Cocktail o Long Drink

Il cibo che mangi può essere o la più sana e potente forma di medicina o la più lenta forma di veleno.

Cocktail o Long Drink

Cocktail o Long Drink? Nel mondo degli aperitivi e degli alcolici, cocktail e long drink sono due termini che spesso si confondono.

Ma c’è veramente differenza o si tratta di una questione più complicata?
Sapete qual è la differenza tra cocktail e long drink? Sentiamo usare questi due termini come se fossero intercambiabili nella maggior parte dei locali, ma quando si tratta del mondo degli alcolici, dei barman e dell’arte della mixologia, c’è da fare un po’ di chiarezza.

Sveliamo subito il mistero: cocktail e long drink non sono la stessa cosa. O meglio, il long drink è una tipologia di cocktail, assieme ai medium drink e agli short drink. Ma non stiamo parlando di una categorizzazione assoluta, ma solo di una delle tante possibili, in questo caso legata capacità.

Cocktail o Long Drink
Cocktail o Long Drink

In effetti un long drink è un cocktail pensato per dissetare e rinfrescare, con gli alcolici che si dovrebbero limitare a coprire un 20% del volume della bevanda. La parte analcolica prevale proprio per lo scopo del cocktail, che normalmente va servito e bevuto prima di cena. Gli short drink invece solitamente sono composti esclusivamente da liquori o distillati, motivo per cui tendono ad essere consumati a fine pasto.

Cocktail o Long Drink

Tra i long drink poi si possono trovare anche i cosiddetti Anytime, quei drink che si adattano perfettamente ad essere bevuti a qualsiasi ora. Solitamente hanno un contenuto alcolico ancora più limitato, una presentazione molto curata e vengono spesso e volentieri accompagnati da qualche stuzzichino, anche della semplice frutta. Ve lo abbiamo detto, il mondo dei cocktail è decisamente variegato.

pre dinner o aperitivi after dinner e all time cocktail long drink o dissetanti

Devi sapere infatti che i drink vengono classificati per funzione, per quantità e per famiglie, appunto.

La divisione per funzione prevede:

  • pre dinner o aperitivi
  • after dinner e all time cocktail
  • long drink o dissetanti


Mentre la classificazione per quantità è la seguente:

  • short drink: tra 6 e 9 cl
  • medium drink: tra 10 e 12 cl
  • long drink: oltre 12 cl


Ora che abbiamo imparato le basi, ecco il terzo tipo di suddivisione, quella per famiglie. Di seguito trovi le categorie di cocktail più diffuse e le loro caratteristiche.

Cosa preferite?

Cocktail o Long Drink

Link Utili

Per festeggiare ci vuole qualcosa di frizzante e in Italia abbiamo dei vini d’eccellenza adatti allo scopo. Spesso confusi o usati come sinonimi, oggi vi spieghiamo in cosa si assomigliano e cosa, invece, li diversifica https://lumebistro.it/prosecco-o-spumante/

La Soluzione Facile Rapida Sicura

Regalati una serata da Lume Bistrò. Iscriviti per ricevere informazioni sugli Eventi Gourmet e le Serate Cabaret

Cocktail o Long Drink

Viale Adriatico, 28 - 64013 Corropoli - TE

Condividi il nostro articolo sui social  o ad un amico con WhatsApp

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email